Sei un uomo violento? Puoi cambiare leggendo qui

articolo tratto da: www.comozero.it
Da domani diventerà attivo il numero di telefono del servizio provinciale per uomini che hanno agito o agiscono con comportamenti violenti nelle relazioni di intimità. Nasce quindi lo “Spazio per Uomini che vogliono cambiare” che accoglie un bisogno territoriale emerso e raccolto grazie al lavoro della rete attivata dal “Protocollo di intesa provinciale per la promozione di strategie condivise e azioni integrate, finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza contro le donne” rispetto alla predisposizione di azioni rivolte agli uomini responsabili della violenza nelle relazioni di intimità (un problema grave anche in provincia). Il servizio si rivolge a uomini maggiorenni che accedono contattando il numero 344.14.23.510 negli orari di reperibilità telefonica (lunedì 16-20; martedì 10-14; giovedì 10-13) oppure lasciando un messaggio sulla segreteria attiva 24 h su 24 per essere ricontattati. Nel territorio di Como, all’interno dei gruppi territoriali di coordinamento attivati dal Protocollo di intesa provinciale per la promozione di strategie condivise e azioni integrate, finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza contro le donne, è emerso in modo sempre più marcato il bisogno di rinforzare il complesso sistema di risposta strutturato, affiancando all’impegno necessario per la protezione delle donne azioni rivolte agli uomini autori di violenza nelle relazioni di intimità. Il fine comune a tutte le azioni del protocollo, e tra queste al servizio per uomini che viene attivato, è garantire alle donne e ai bambini il proprio diritto a vivere liberamente e al sicuro e contrastare la violenza sulle donne; lo scopo è quindi la sicurezza dei soggetti che subiscono violenza nelle relazioni di intimità. Il bisogno è stato ulteriormente confermato da un’indagine esplorativa condotta presso i servizi territoriali cittadini in merito all’interesse riguardo ad un tale servizio e alla propensione all’invio nei confronti di una simile risorsa territoriale, nel caso venisse implementata (gli operatori segnalano che invierebbero circa il 90% delle persone in carico con questo tipo di problematica). Le finalità del progetto sono: rafforzare le azioni integrate per garantire alle donne e dei bambini il diritto di vivere liberamente ed al sicuro; progettare e implementare un servizio sperimentale di presa in carico per uomini che agiscono o hanno agito condotte violente nelle relazioni di intimità; diffondere la conoscenza dei programmi di cambiamento per uomini che agiscono comportamenti violenti nelle relazioni di intimità quali azioni integrative della rete per la protezione delle donne che subiscono violenza; favorire la consapevolezza che gli uomini che agiscono violenza sono responsabili delle loro condotte e possono scegliere di intraprendere un percorso di cambiamento con l’obiettivo di riflettere e modificare comportamenti violenti nei confronti delle donne. Il progetto è sperimentale e pertanto soggetto a verifica da parte del gruppo di lavoro e dei responsabili istituzionali che monitorano le azioni integrate della rete provinciale.” Il servizio “SPAZIO PER UOMINI CHE VOGLIONO CAMBIARE” offre gruppi per uomini che sono stati violenti e controllanti verso i membri della famiglia e ora vogliono cambiare.

  • L’interessato avrà accesso diretto della persona tramite contatto telefonico (spontaneo o su invio), tramite lo sportello telefonico 3 giorni alla settimana.
  • Il lavoro dopo una fase di valutazione si svolge in gruppo. Questi gruppi, sul modello dei programmi consolidati a livello internazionale, possono aiutare i singoli uomini che hanno agito violenza nei confronti della partner a cambiare i propri comportamenti.
  • Per poter partecipare al programma è necessario sottoscrivere un contratto di responsabilità individuale e liberatorie per il contatto con altri servizi,
  • Il servizio SPAZIO PER UOMINI lavora in collaborazione con i servizi del territorio
  • Il servizio non rilascerà relazioni di nessun tipo; potrà rilasciare solo una dichiarazione di partecipazione.
  • Condizione per partecipare al programma di cambiamento è che l’uomo acconsenta al contatto partner per un monitoraggio della situazione (finalità del servizio è garantire alle donne e ai bambini la sicurezza)

Al servizio collaborano la Provincia di Como, l’Associazione Inframente, l’Associazione Telefono Donna, il Consultorio La Famiglia Onlus, la Fondazione Don Silvano Caccia, l’Azienda ospedaliera Sant’Anna e la Cisl.

http://www.comozero.it/it/post/sei-un-uomo-violento-puoi-cambiare-leggendo-qui/

GRUPPO DI CONFRONTO PER GENITORI SEPARATI

I gruppi per genitori separati sono stati pensati per offrire uno spazio di incontro in cui riflettere e confrontarsi sull’essere genitori; per dare parole a difficoltà, emozioni e timori comuni nei confronti dei figli; per condividere domande e risposte, fatiche e risorse, con altri genitori separati .

Gli incontri si propongono l’obiettivo di favorire lo scambio di esperienza e di vissuti tra genitori separati ( o in corso di separazione), uscire dall’isolamento e trovare una rete di scambio e di sostegno.

Temi

I cambiamenti legati alla separazione per piccoli e grandi

Le emozioni nella separazione nei bambini, negli adolescenti, negli adulti

La relazione con l’altro genitore

L’importanza nella continuità educativa

Le relazioni nelle famiglie ricostituite

Organizzazione

Il percorso si articola in 7 incontri della durata di 1 ora e  mezza ciascuno;

Gli incontri si svolgono con cadenza quindicinale in fascia oraria pomeridiana o serale.

Conduttori: un mediatore familiare, una psicoterapeuta e un avvocato.

Il precorso è gratuito.

Preliminare alla partecipazione è previsto un colloquio conoscitivo per considerare aspettative ed esigenze individuali.

Sede

Consultorio La Famiglia in Via Sirtori 1, Como

Per informazioni contattare la segreteria al n. 031 271313 negli orari di apertura, dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19.30 e lunedì, martedì, mercoledì e sabato anche dalle 9.00 alle 13.00.